Curiosità

1 maggio 1994: Formula 1, muore Ayrton Senna

NAPOLI. Il 1 maggio si celebra la Festa internazionale del Lavoro, con iniziative nei paesi di tutto il mondo, paesi che celebrano la ricorrenza.

Per il mondo sportivo – e dell’automobilismo in particolare – tuttavia il 1 maggio rappresenta una data spartiacque nella storia della Formula 1.

1 maggio 1994, a Imola muore Ayrton Senna

Il 1 maggio 1994 moriva infatti Ayrton Senna, pilota brasiliano tre volte campione del mondo con la McLaren (1988, 1990 e 1991).

Era il campionato del mondo 1994 e Ayrton Senna era appena passato alla scuderia Williams. Si correva il Gran premio di Imola (Gran Premio di San Marino): Senna, nell’abitacolo, aveva una bandiera austriaca, che avrebbe sventolato in caso di vittoria della gara.

Bandiera austriaca perché Roland Ratzenberger, pilota austriaco della Simtek, era morto il giorno prima – 30 aprile – nel corso delle prove del Gran Premio, sempre sul circuito di Imola.

Purtroppo Senna non riuscì a fare quella dedica. Il Gp di San Marino venne caratterizzato, inoltre, dal ferimento di Rubens Barrichello, altro pilota brasiliano, all’epoca alla Jordan.

Le dediche ad Ayrton Senna

Qualche anno dopo Lucio Dalla dedicò una canzone ad Ayrton Senna; lo stesso Senna viene citato in una canzone di Cesare Cremonini, mentre sempre nel 1994 il Brasile, campione del mondo di calcio ai rigori contro l’Italia, dedicò la vittoria proprio al pilota brasiliano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button