Politica

Abbattimento e ricostruzione della scuola, il progetto

QUARTO. Approvato in giunta il progetto esecutivo per abbattimento e ricostruzione del plesso scolastico Matilde Serao, sito in via Pantaleo.

Il progetto sarà presentato al Ministero e permetterà di partecipare al bando dei Fondi Europei previsti per l’edilizia scolastica per un importo complessivo di circa 750mila euro finalizzati all’adeguamento sismico e alla sicurezza.

I commenti

“Un altro importante obiettivo questo raggiunto, come importante è stata l’approvazione del progetto sociale e sportivo su ex cementificio di via Marmolito – dichiara il sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo – Altri progetti saranno a breve pronti con lo scopo di usare finanziamenti Europei e Regionali per riqualificare al meglio le strutture del nostro territorio, l’edilizia scolastica, interventi inerenti la rete stradale, l’illuminazione pubblica e il servizio idrico”.

L’assessore ai Fondi Europei, Violante Scherillo, esprime grande soddisfazione per i risultati che questo settore sta raggiungendo.

“Lavorando in perfetta sinergia con i vari settori, tra cui Lavori Pubblici ed Urbanistica, siamo riusciti a rispondere in tempi utili a diversi bandi, che se accolti favorevolmente, porteranno importanti risultati sul nostro territorio.
Il primo progetto premiato e finanziato con circa 100.000,00 euro “Benessere Giovane”, che vedrà impegnati circa 40 nostri ragazzi del nostro territorio ci ha incoraggiato al punto ad rielaborare e riorganizzare il settore Fondi Europei, e grazie alla disponibilità e l’ impegno del sindaco Rosa Capuozzo, si è riusciti ad avere la sinergia giusta tra i vari settori permettendo così il raggiungimento di ottimi risultati. Il fatto che il comune di Quarto ha aderito entro i termini, soddisfacendo a tutte le richieste dovute per partecipare ai suddetti bandi, rispetto ad altri enti che hanno dovuto ricorrere alla proroga, dimostra che il nostro concetto ,quello di lavorare insieme, è vincente al di là dei propri settori e delle competenze. Un ringraziamento è particolare ai capisettore Donato Bramante, Antonio Alfiero e ai loro tecnici che senza il loro aiuto non avremmo potuto raggiungere questi importanti traguardi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button