Cronaca

Accoltella il rivale in amore, preso il nipote 30enne di Maria Licciardi

Pugnala il rivale in amore. Il nipote 30enne di Maria Licciardi è stato arrestato. Il 30enne  è stato sottoposto a fermo

Pugnala il rivale in amore. Il nipote 30enne di Maria Licciardi è stato arrestato. Il 30enne  è stato sottoposto a fermo con l’accusa di tentato omicidio e trasferito, in attesa di giudizio, presso la casa circondariale di Poggioreale.

Pugnala il rivale in amore, arrestato il nipote 30enne di Maria Licciardi

Sua zia è Maria ‘a Piccerella, ritenuta al vertice dell’Alleanza di Secondigliano. La zia del 30enne è stata di recente trasferita dal carcere di Lecce a quello dell’Aquila, in regime di 41bis.

Chi è il nipote di Maria Licciardi

È finito in carcere con l’accusa di tentato omicidio il 31enne Gennaro Buonocore, pregiudicato napoletano, nipote di Maria Licciardi «’a piccerella», la donna boss di Secondigliano arrestata in estate mentre tentava la fuga e ora reclusa al regime del carcere duro.

Le indagini

Le indagini – come scrive l’odierna edizione de Il Mattino –  dei carabinieri della compagnia di Torre del Greco, coordinate dalla Procura di Torre Annunziata (procuratore Nunzio Fragliasso, sostituto Matteo De Micheli), hanno permesso di ricostruire la dinamica dell’accoltellamento avvenuto in un appartamento di vico I San Vito e già in nottata è arrivato il fermo per tentato omicidio.

 

Articoli correlati

Back to top button