Cronaca

Accusato di abusi, si addormenta e si risveglia un anno dopo

Prima smette di nutrirsi, si addormenta e si risveglia un anno dopo: è l’incredibile storia di Ahmed, accusato di abusi e violenza sessuale su minori. L’evento è avvenuto qualche giorno fa al Cardarelli di Napoli.

Si addormenta e si risveglia dopo un anno a Napoli: era accusato di abusi

Una storia fuori dal normale quella che ha vissuto Ahmed, 28enne pakistano arrestato a Fiumicino e sotto processo per violenza ai danni di un minorenne. Aveva smesso di mangiare, poi si era addormentato e non si era più svegliato. Ricoverato al Cardarelli di Napoli, si è risvegliato qualche giorno fa, a distanza di un anno.

A darne notizia è il suo legale, l’avvocato Donato Vertone, che l’ha difeso nel processo a suo carico a Napoli che però è andato avanti senza che l’imputato potesse essere ascoltato. Nell’udienza di convalida dell’arresto Ahmed si era dichiarato innocente. Ma dal quel momento non aveva più potuto presenziare.

Inutile dire che qualche sospetto che stesse fingendo c’è stato tanto che i giudici lo hanno ritenuto capace di intendere e volere e anche di sostenere il processo che è andato avanti senza di lui.

I periti hanno chiuso il caso definendolo una “simulazione riferibile a sindrome di Ganser, ovvero il soggetto inizia a fingere ma poi lo porta ad ammalarsi veramente. La prossima udienza del processo a suo carico si terrà a gennaio.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button