Cronaca

Lutto ad Acerra, è morto Carlo Petrella. Il suo ultimo desiderio: “Non fate morire la Locanda del Gigante”

L'uomo fondò la Locanda del Gigante, una comunità di recupero che si occupa di tossicodipendenti e detenuti

Lutto ad Acerra, è morto Carlo Petrella: l’uomo fondò la Locanda del Gigante, una comunità di recupero che si occupa di tossicodipendenti e detenuti. Il suo ultimo desiderio: “Non lasciatela morire”.

Acerra, è morto Carlo Petrella: fondò la Locanda del Gigante

Sotto shock la comunità per la scomparsa di Carlo Petrella. L’anziano era molto noto nella città partenopea per aver fondato la Locanda del Gigante, una comunità di recupero che si occupa di tossicodipendenti e anche detenuti che devono scontare gli ultimi anni di reclusione e hanno problemi con la droga. La triste notizia è stata pubblicata dalla stessa Locanda, che sui social gli dedica una commovente lettera di addio.

La lettera di addio

“A QUELLI CHE MI HANNO VOLUTO BENE
A QUELLI CHE HANNO AMATO IL GIOCATTOLO LOCANDA
Solo poche parole. Ho sempre cercato il silenzio nelle mie richieste. Non ho mai amato chiedere. Non vi chiedo niente. È normale morire. Non fate morire La Locanda. I giocattoli non devono morire se sono utili all’umanità. Buona Fortuna“.

Il cordoglio del primo cittadino

Tanti i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore. Tra questi anche quello del sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, che su Facebook ha rivolto un pensiero all’uomo: “Le persone non muoiono mai se hai nel cuore tutto ciò che hanno lasciato in questa vita. Puoi perdere la loro presenza, la loro voce… ma ciò che hai imparato da loro, ciò che ti hanno lasciato, la Locanda del Gigante, questo non lo perderai mai! Buon viaggio Carlo Petrella“.

 

Articoli correlati

Back to top button