Cronaca

Incidente sul lavoro ad Acerra: operaio 48enne muore colpito da un tubo di ferro. Ponticelli piange Raimondo Martinelli

Un altro incidente sul lavoro scuote il napoletano. Un operaio 48enne di Ponticelli, periferia est di Napoli, è morto nella mattinata di ieri, 3 giugno, dopo essere stato colpito da una condotta di ferro. L’uomo, Raimondo Martinelli, era molto conosciuto per via della sua devozione alla Madonna, era sposato e aveva un figlio. L’incidente è avvenuto nell’impianto per il trattamento delle acque reflue nella zona industriale di Acerra, a nord di Napoli.

Tragedia ad Acerra: Raimondo Martinelli in un incidente sul lavoro

Inutili i tentativi di soccorso, prima da parte dei colleghi e poco dopo dai sanitari de 118: Raimondo è morto sul colpo. La salma è stata sequestrata in vista degli esami autoptici, che si svolgeranno nei prossimi giorni. La morte, l’ennesima sul lavoro, ha profondamente scosso il rione dove abitava e dove era anche molto conosciuto per la sua devozione alla Madonna e per le processioni che organizzava insieme al parroco della chiesa di Maria Regina.

Tra i molti che hanno voluto ricordarlo su Facebook, c’è proprio la comunità parrocchiale Maria Regina di Ponticelli: “Un altro amico devoto alla nostra mamma è volato in cielo, Raimondo Martinelli. Uno di noi uno, come noi, che amava la vita la nostra tradizione e amava stare in compagnia. Riposa in pace, fratello, che la Vergine ti accolga sotto il suo manto“.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button