Cronaca

Afragola, sfasciato l’ufficio anagrafe: “Non è quello il padre di mia figlia”

Afragola, caos all'ufficio anagrafe per il "nuovo" padre di una bambina. Una donna pretende il cambio di paternità della figlia

Caos all’ufficio dell’anagrafe di Afragola per l’errore sul padre di una bambina. È accaduto nella mattinata di ieri, giovedì 27 maggio, quando una donna si è presentata all’ufficio in compagnia di un uomo, chiedendo di cambiare la paternità alla figlia avuta circa un anno e mezzo fa come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino.

Afragola, caos all’ufficio anagrafe: spunta un “nuovo” padre di una bambina

La donna ha chiesto: “Invece di quel marocchino che l’ha dichiarata dovete assegnare la paternità di mia figlia a questo uomo, che è il vero padre”. Parole shock che hanno sorpreso gli impiegati comunali i quali hanno provato a spiegare alla coppia dell’impossibilità di accettare la loro richiesta perché “ai bambini non si può cambiare la paternità, se non in casi eccezionali e solo dopo che un tribunale ne riconosca la necessità”.

La reazione

A quel punto la donna ha alzato la voce insultando i dipendenti e ribadendo la necessità di cambiare la paternità della figlia. Il “padre mancato” ha aggredito una guardia giurata e ha poi usato un banchetto scolastico per colpire gli arredi dell’ufficio.


“Non è quello il padre di mia figlia” e sfasciano l’ufficio anagrafe | Corsa al lotto, i numeri da giocare

Articoli correlati

Back to top button