Cronaca

Torre del Greco, assalta il 118 e danneggia il pronto soccorso

Aggressione all'ospedale di Torre del Greco: le immagini sui social pubblicate dall'associazione 'Nessuno Tocchi Ippocrate'

Ancora un aggressione in corsia: questa volta è accaduto all’ospedale di Torre del Greco dove un paziente anziano affetto da problemi psichiatrici si sarebbe scagliato contro il personale medico in servizio su un’ambulanza che lo porta al pronto soccorso. Poi in attesa di essere visitato, avrebbe distrutto porte ed oggetti presenti all’interno dell’ospedale Maresca di Torre del Greco. Le immagini sono state pubblicate sulla pagina social di “Nessuno tocchi Ippocrate”.

Torre del Greco, aggressione shock in ospedale: le immagini sui social

“All’ospedale Maresca di Torre del Greco il putiferio – scrivono gli operatori sanitari su Facebook -. Paziente psichiatrico e figlio hanno aggredito dapprima l’equipaggio di ambulanza e successivamente il personale del pronto soccorso. Motivo? Erano in attesa di consulenza psichiatrica. Hanno sfasciato tutta la sala d’attesa”. In merito è intervenuto anche Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde il quale ha dichiarato: “Tre assalti negli ospedali napoletani in poche ore. Pellegrini e Ospedale del Mare a Napoli e Maresca a Torre del Greco. Qualche giorno fa era toccato a Villa Betania subire un assalto. I metodi sono sempre più violenti”,

Il personale medico – dice Borrelli – sta fuggendo dai pronto soccorso per paura di violenti e criminali. Senza presidio delle forze dell’ordine, la situazione è destinata a peggiorare come denuncia da tempo Nessuno tocchi Ippocrate”.

La protesta

Fp Cgil, Cisl Fp, Uilfpl, Fials, Nursing e le Rsu dell’Asl Napoli 3 sottolineano: “Non è più tollerabile che episodi di violenza e danneggiamenti, come quello al pronto soccorso di Torre del Greco si verifichino ancora, vuoi per carenze strutturali, per carenze organiche, per la calura estiva. Condanniamo fermamente tutti gli episodi di violenza a danno degli operatori sanitari e personale di guardiania, che fanno solo il loro dovere con pochi mezzi e non adeguate risorse. La situazione dei pronto soccorso è grave ed è comune a molte strutture aziendali, in particolar modo per i presidi ospedalieri di Torre del Greco, Castellammare di Stabia, Sorrento e Nola, senza una strategia complessiva non sarà più possibile trovare giuste contromisure”.

Articoli correlati

Back to top button