Cronaca

Mugnano: suona l’allarme dell’antifurto e lui spara col fucile in aria. Arriva la denuncia dei vicini

Un 56enne era tormentato dal continuo suonare dell’allarme dell’antifurto. Per questo motivo, ogni qual volta questi iniziava a suonare, lui imbracciava il fucile e sparava in aria. Chiunque terrorizzato sarebbe scappato. I colpi però terrorizzavano anche i vicini di casa  che lo hanno così denunciato.

Suona l’allarme dell’antifurto e lui spara col fucile

I carabinieri hanno denunciato un 56enne incensurato Mugnano poiché ritenuto responsabile di detenzione abusiva di munizionamento e danneggiamento aggravato. Ogni volta che suonava l’allarme, l’uomo cominciava a sparare colpi in aria come avvertimento ai ladri.

La denuncia risale all 27 luglio scorso. Proprio un vicino di casa aveva denunciato il danneggiamento degli infissi della propria abitazione, colpito da un pallino metallico esploso verosimilmente da un fucile da caccia. A questa poi ne faceva seguito la denuncia di un altro vicino con le stesse motivazioni, danneggiamenti.

Le indagini

Raccolte le denunce, per i carabinieri c’è voluto poco per risalire al responsabile dei fatti. Il 56enne, oltre all’arma utilizzata per scoraggiare eventuali ladri, deteneva in casa diverse altre armi:

  • fucile Damasco calibro 12;
  • fucile calibro 12 marca Lorenzotti;
  • fucile Beretta calibro 12;
  • pistola Brigadier Beretta calibro 9 ×21;
  • pistola Beretta calibro 7,65.

Alle armi, tutte regolarmente detenute ma sequestrate in via preventiva dai carabinieri, erano abbinati numerosi proiettili. Una parte di questi compatibili con quelli rinvenuti nelle due abitazioni colpite, un’altra non regolarmente denunciata all’autorità e detenuta abusivamente.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio