Cronaca

Maxi blitz dei carabinieri all’alba ai clan, oltre cento arresti ma lady camorra è in fuga

Imponente operazione all’alba dei carabinieri del Ros e del comando provinciale di Napoli, con l’esecuzione su tutto il territorio nazionale di oltre cento provvedimenti cautelari ai clan.

Maxi blitz ai clan dei carabinieri

Sono oltre cento gli arresti in tutta Italia emessi dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli. La richiesta arriva dalla Procura della repubblica partenopea nei confronti di appartenenti ai clan Contini, Mallardo e Licciardi.

L’attività di indagine è stata condotta anche con l’apporto investigativo della polizia di Stato e della Dia. Contestualmente, inoltre, la guardia di finanza ha sottoposto a sequestro l’ingente patrimonio illecitamente accumulato dai clan. Il procuratore capo Giovanni Melillo, con i vertici della polizia giudiziaria, terrà una conferenza in Procura a Napoli alle ore 11.00.

Lady camorra in fuga

Tra i presunti reggenti dell’Alleanza di Secondigliano c’è una persona sottrattasi agli arresti. Si tratta di Maria Licciardi,  presunta madrina della camorra napoletana che ha scontato nel decennio scorso una lunga pena detentiva al 41 bis. Con lei ci sono altre quattro donne indagate: tra queste le tre sorelle Aieta, poi Rosa Di Munno (moglie di Salvatore Botta).

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button