Cronaca

È fuori pericolo Amanda, la ragazza di 22 anni stata spinta giù dagli scogli dal fidanzato

È fuori pericolo Amanda Tosi, la ragazza di 22 anni stata spinta giù dagli scogli dal fidanzato, il 24enne Gennaro Maresca. La giovane non si trova più nel reparto di Rianimazione, ma per una ripresa completa di vorrà ancora del tempo. La 22enne ha riportato una grave frattura all’anca, ma ormai il peggio è passato.

Spinta giù dagli scogli: Amanda Tosi è fuori pericolo

Sono stati giorni di angoscia per la famiglia di Amanda Tosi, la giovane spinta giù dagli scogli di Nisida al culmine di una lite con ul fidanzato. I medici hanno sciolto la prognosi, e hanno deciso di trasferirla dalla Rianimazione ad un reparto di degenza. La giovane nella caduta ha riportato una frattura all’anca, ma poteva andare molto peggio.

Il peggio è passato

Il fidanzato, intanto, era stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio, ma la cugina di Amanda, secondo quanto riporta Fanpage, che ha parlato con la ragazza, non sembra stupita dell’accaduto.

La gelosia

La cugina Marta, a quanto racconta, sapeva dei continui litigi tra i due fidanzati, il motivo dei litigi era sempre lo stesso: la gelosia, alimentata prevalentemente dai social, e dai “like” che ognuno riceveva, e che scatanevano l’ira dell’altro.

Parla la cugina

“Amanda è una ragazza molto fragile, speriamo che da questa esperienza impari a valutare meglio le persone con cui ha a che fare. Che capisca che la vita non è un gioco. Ora lei è ancora sotto shock, sta meglio ma non ricorda tutto, chiede di Gennaro, lo chiama di continuo. C’erano stati altri litigi, anche molto brutti, il motivo era la gelosia. Poteva bastare anche un like arrivato su Instagram, erano entrambi molto gelosi l’uno dell’altra. Gennaro l’ho conosciuto, sapevo dei litigi, che un volta l’aveva anche lasciata a piedi, ma non sembrava una persona che potesse farle del male. In questi ultimi giorni abbiamo però saputo che le aveva messo le mani addosso. La famiglia di Gennaro ci è stata molto vicina, purtroppo queste sono tragedie in cui anche le famiglie ci rimettono”, ha detto la cugina.

 

Articoli correlati

Back to top button