Cronaca

Appalti e tangenti, l’inchiesta “The Queen”: chiuse indagini per 63 indagati

NAPOLI. L’asse Napoli-Caserta per appalti e tangenti si interseca nella complicata inchiesta “The Queen” che lo scorso 15 marzo significò carcere per 69 indagati. Coinvolti colletti bianchi, professionisti, imprenditori e docenti universitari.

 

L’inchiesta

 

I pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli Alessandro D’Alessio, Maurizio Giordano, Luigi Landolfi, Catello Maresca, Gloria Sanseverino hanno inviato un avviso a tutti i difensori degli indagati: sono stati depositati infatti diversi file audio contenenti l’integrale di tutte le conversazioni captate dalla Guardia di Finanza di Napoli nei mesi scorsi. Le intercettazioni riguardano le  18 gare di appalto tra Napoli e provincia, ma anche nella provincia di Caserta, che ha dato avvio all’inchiesta.

Un ruolo di spicco in “The Queen” è ricoperto dall’ingegnere napoletano Guglielmo La Regina. Tra i politici indagati ci sono anche l’ex assessore regionale Pasquale Sommese (Ncd), il sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro, l’ex sindaco di Riardo Nicola D’Ovidio, l’ex sindaco di Alife Giuseppe Avecone, l’ex consigliere regionale Angelo Consoli.

Articoli correlati

Back to top button