Politica

Armadio della vergogna, discussione in commissione

NAPOLI. Nelle commissioni Cultura e Scuola riprende la discussione su “L’Armadio della vergogna”.

Dopo l’incontro dello scorso 10 ottobre, discusso oggi in una riunione congiunta della commissioni Cultura e Scuola, presiedute da Elena Coccia e Luigi Felaco, un ordine del giorno da presentare in Consiglio Comunale per sollecitare gli organi competenti a rendere fruibili agli studiosi i documenti relativi ai crimini nazifascisti commessi a Napoli tra il 1943 ed il 1944. Sono intervenuti l’assessore alla Cultura Nino Daniele, lo storico Giuseppe Aragno e Vincenzo Delehaye, promotore di un’iniziativa online sull’argomento.

Dopo che, nella riunione dello scorso dieci ottobre, si era discusso dell’Armadio della vergogna – cioè l’insieme di documenti sui crimini nazifascisti conservati in un armadio rinvenuto nel 1994, con le porte verso il muro, nella sede romana della Procura militare – le commissioni Cultura e Scuola hanno oggi discusso, insieme all’assessore alla Cultura Nino Daniele, al professor Aragno e a Vincenzo Delehaye, di un ordine del giorno congiunto delle due commissioni, da presentare in Consiglio Comunale, per sollecitare il Sindaco della città di Napoli, Luigi De Magistris, a richiedere a tutti gli organi competenti (Archivio Storico della Camera dei Deputati, Tribunale Militare di Napoli, Consiglio della Magistratura Militare, Procura Generale Militare della Repubblica presso la Corte di Cassazione di Roma e presso la Corte Militare di Appello di Roma, Procura Militare della Repubblica presso il Tribunale Militare di Napoli, Corte Militare di Appello di Roma; Tribunale Militare di Sorveglianza di Roma, Archivio di Stato di Napoli) copie cartacee, o quando possibili digitali, della documentazione in loro possesso relativa ai crimini nazifascisti commessi a Napoli tra il 1943 ed il 1944.

Agli Enti indicati viene richiesto di facilitare la fruizione a scopo di studio di tale documentazione, che dovrà comprendere i fascicoli dell’Armadio della Vergogna, gli atti derivanti dalla gestione dei fascicoli contenuti nell’Armadio e, in generale, tutta la documentazione relativa ai crimini nazifascisti perpetrati nel triennio 1943 – 1945 nel territorio campano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button