Cronaca

Armi clandestine in casa e ricettazione, due arresti

NAPOLI. Gli agenti della Polizia di Stato della sezione antirapina della squadra mobile partenopea hanno arrestato Anna Esposito, 56enne e suo figlio Antonio D’Angelo, trentadue anni entrambi napoletani per il reato di detenzione illegale di armi clandestina in concorso e ricettazione.

Arrestati madre e figlio

I poliziotti, in seguito ad accurate indagini, martedì mattina, hanno eseguito un controllo presso l’abitazione della donna in Via Arenaccia.

Gli agenti hanno scoperto due pistole, nascoste in un doppio fondo ricavato all’interno del vano caldaia posto sul balcone della cucina.

Le armi rinvenute e sequestrate sono: una pistola semiautomatica HS calibro 9x21completa di caricatore fornito da quattordici munizioni e una pistola Taurus mod. PT738 completa di caricatore e sei cartucce cal. 380 mm.. Entrambe avvolte in sacchetti di stoffa ben oleate e funzionanti.

Le pistole sequestrate saranno sottoposte all’esame balistico per accertarne l’eventuale utilizzo in azioni criminali.

La donna è stata condotta presso il carcere di Pozzuoli mentre il 32enne presso la casa circondariale di Poggioreale.

Articoli correlati

Back to top button