Cronaca

Arrestati 4 estorsori della pizzeria Di Matteo, commercianti più tranquilli

In seguito agli arresti degli estorsori della pizzeria Di Matteo, i commercianti partenopei si sentono più tranquilli anche se l’incubo racket è sempre dietro l’angolo.

Incubo racket: parla un commerciante

«Dopo gli arresti dei malviventi che secondo gli inquirenti avrebbero fatto le estorsioni alla pizzeria Di Matteo sono più tranquillo: adesso spero che arrestino pure quelli che hanno sparato nelle porte del mio locale».
Mario Granieri, il proprietario del ristorante Terra Mia, il solo a parlare esplicitamente di richiesta di pizzo, da ieri si sente più sicuro.
«Quattro estorsori sono finiti in manette, ma il racket non credo che sparirà. Nel centro storico la geografia criminale è complessa, non c’è certo un solo clan. Il mio locale si trova in via Carminiello ai Mannesi, a Forcella. E questa, dal punto di vista dei clan, è una zona diversa da quella dei Tribunali. Via Duomo è uno spartiacque: alla sua destra e alla sua sinistra comandando clan diversi che si contendono il territorio. Hanno arrestato un gruppo, adesso bisogna vedere che succede dall’altro lato».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button