Cronaca

Arresti e processo al clan Moccia: 21 condanne e una assoluzione | I NOMI

Arresti nel clan Moccia: le condanne in secondo grado. Maria Favella è stata assolta per "non aver commesso il fatto"

Arrivano le condanne dopo gli arresti nei confronti di 21 presunti appartenenti al clan camorristico dei Moccia. I giudici della quarta sezione penale hanno ridimensionato le pene inflitte dal gup il 27 giugno 2019 e assolto, “per non avere il fatto“, Maria Favella (difesa dagli avvocati Dario Vannetiello e Teresa Sorrentino), figlia di Francesco Favella, considerato “un senatore” del clan, accusata di fare parte dell’organizzazione malavitosa.

Arresti nel clan Moccia: le condanne

In primo grado, Maria Favella, era stata condannata a nove anni di reclusione. Alla donna, durante i colloqui in carcere con il padre, vennero trovati e sequestrati dei “pizzini” con i quali “il senatore” intendeva portare al di là delle mura della casa circondariale alcuni suoi messaggi agli affiliati liberi.

I nomi

Le condanne inflitte dai giudici di secondo grado riguardano:

  • Giuseppe Angelina (22 anni);
  • Alfredo Barile (8 anni);
  • Vincenzo Barra (7 anni);
  • Luigi Belardo (5 anni e 4 mesi);
  • Carmine Bello (10 anni e 2 mesi);
  • Mauro Bengivenga (10 anni e 8 mesi);
  • Anna Capone (3 anni);
  • Giovanni Catiello (11 anni e 4 mesi);
  • Gioacchino Cennamo (5 anni e 4 mesi);
  • Giuseppe D’Ambrosio (8 anni);
  • Giovanni Del Prete (deceduto);
  • Antonio Esposito (6 anni e 8 mesi);
  • Maria Favella (assolta);
  • Sabato Felli (5 anni);
  • Luigi Lenza Ferraiuolo (18 anni);
  • Antonio Laurenza (10 anni);
  • Raffaele Nobile (6 anni);
  • Angelo Pezzullo (12 anni);
  • Corrado Polizzi (9 anni e 4 mesi);
  • Luigi Rocco (5 anni e 4 mesi);
  • Giorgio Tranchino (8 anni e 4 mesi);
  • Teresa Tuccillo (2 anni e 4 mesi

Articoli correlati

Back to top button