Cronaca

Messina Denaro, ora il primo latitante è Renato Cinquegranella

Dopo l’arresto del superlatitante Matteo Messina Denaro avvenuto ieri a Palermo in una clinica privata, a diventare il primo latitante è ora Renato Cinquegranella: si tratta del camorrista napoletano 73enne che ordinò l’omicidio di “Bambulella”.

Chi è Renato Cinquegranella, il primo latitante

Cinquegranella è diventato ora il primo latitante. Il camorrista napoletano è nell’elenco dei latitanti ad alta pericolosità che ancora oggi le forze dell’ordine sono alla ricerca.

Il suo nome è legato ad uno degli omicidi più macabri della storia: sarebbe infatti accusato dell’omicidio di Giacomo Frattini, detto “Bambulella”, affiliato alla Nuova Camorra Organizzata con al capo il superboss Cutolo. L’uomo fu ucciso e mutilato nel 21 gennaio del 1982. Solo anni dopo il corpo fu trovato avvolto in un lenzuolo, rinchiuso nel bagagliaio di un’auto, con la testa decapitata, mani e cuore ( tra l’altro trovati in due sacchetti di plastica chiusi).

Ricercato dal 2002

Il camorrista è ricercato dal 2002, con le accuse di associazione per delinquere di tipo mafioso, concorso in omicidio, detenzione e porto illegale di armi, estorsione ed altro.

Il 73enne è anche ritenuto coinvolto nell’assassinio di Antonio Ammaturo, il poliziotto ucciso a Napoli il 15 luglio 1982 dalle Brigate Rosse.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button