Cronaca

Incendia casa dopo una lite con i genitori e tenta di uccidere il padre di un amico: arrestato

Un giovane di Arzano è stato fermato dai carabinieri per aver incendiato la casa dei propri genitori e aver tentato di uccidere il padre di un amico.

Nei guai per incendio doloso e tentato omicidio

Momenti di pura follia ad Arzano, dove un 22enne ha prima incendiato la casadei propri genitori, poi ha tentato di uccidere il padre di un amico.

Il tutto è successo a causa di una lite avuta con il padre e la madre poi, dopo aver appiccato il fuoco, si è recato a casa di un suo amico riducendo il padre di quest’ultimo in fin di vita. Alla fine, il ragazzo è stato fermato dai carabinieri con l’accusa di incendio doloso e tentato omicidio.

I fatti risalgono a ieri pomeriggio. Il 22enne è stato prima a casa dei genitori. Una volta sicuro che non ci fosse nessuno all’interno dell’abitazione, ha versato una bottiglai di benzina in vari punti e ha appiccato il fuoco. In seguito al rogo una persona di 80 anni è rimasta intossicata.

In seguito, il ragazzo si è recato a Grumo Nevano dove vive la famiglia di un amico: ha scavalcato il cancello della palazzina in cui abita il nucleo familiare e si è nascosto in cantina aspettando il padre dell’amico. L’attesa ha avuto poi un epilogo perché il padrone di casa è sceso in cantina ed è stato aggredito, subendo diversi colpi al volto con dei pezzi di ferro: adesso è ricoverato all’ospedale Cardarelli ed è in prognosi riservata.

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button