Cronaca

Leclerc, rubano orologio da 2 milioni di euro. Assolto grazie ai social l’uomo accusato di furto

Assolto l’uomo accusato di aver rapinato Leclerc, l’uomo quella sera non era a Viareggio ma a Sorrento, in compagnia di amici e parenti. La vicenda non ha retto e le accuse, relative al furto di un orologio del valore di 2 milioni di euro, sono cadute.

Assolto l’uomo accusato di aver rapinato Charles Leclerc

La difesa dell’uomo è riuscita a dimostrare che la sera del furto, l’uomo non era a Viareggio ma a Sorrento e, dunque, non era tra la banda che ha rubato un orologio di valore al pilota della Ferrari Charles Leclerc. L’uomo, Davide Stefanoni è stato assolto dal Tribunale di Lucca. Durante la sentenza è stato difeso dagli avvocati Antonio Briganti e Marcello Marasco.

Lo scippo è avvenuto la sera di Pasquetta del 2022, giorno in cui Stefanoni non era fisicamente presente a Viareggio, il luogo del furto, ma a Sorrento. Attraverso un significativo lavoro di indagine su alcuni account di profili social è stato dimostrato come l’imputato non fosse presente sul luogo dello scippo.

Il furto

Il noto pilota della Ferrari sarebbe stato avvicinato, in quella sera del 2022, da due persone che con il pretesto di essere tifosi di Formula uno, chiesero a Leclerc di fare una foto. Una scusa, attraverso la quale la banda è riuscita a mettere a segno il furto. L’orologio era un Richard Mille del valore di due milioni di euro, sarebbe stato poi venduto dai rapinatori a un prezzo molto più basso rispetto al suo valore, dato che si trattava di merce personalizzata e tracciabile. L’orologio portava, infatti, la firma del pilota di Formula uno.

La sentenza

Sono stati dichiarati colpevoli con 10 anni di reclusione, attraverso rito abbreviato: il ventenne Francesco Pinto e il 40enne Luciano Allinoro. Mentre è stata condannata a sei anni di carcere Annamaria Nocerino indicata dalla Procura come il palo dell’operazione.

Per Davide Stefanoni a cui il pm di Viareggio aveva chiesto una condanna a 10 anni e otto mesi, le accuse sono cadute.

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio