Cronaca

Scuola, la protesta di trenta insegnanti: è caos assunzioni

NAPOLI. Trenta maestre idonee del Comune di Napoli non saranno chiamate a svolgere la loro professione come previsto dalle modalità di assunzione. Come riportato da Il Mattino, le maestre sono state escluse dalla graduatoria. Dopo la delibera approvata dal Comune, che ha stabilito nuove assunzioni a tempo indeterminato per gli insegnanti-istruttori socioeducativi vincitori del concorso pubblico che risale al 2015. Rischiano il posto gli educatori-insegnanti del concorso riservato che si compaiono già in graduatoria con anni di esperienza per gli asili nido.

Assunzioni, la protesta degli insegnanti

Le trenta maestre escluse hanno denunciato la situazione. “Avremmo dovuto avere un incarico annuale, ma cosi non è stato fatto – ha spiegato una delle insegnanti al quotidiano Il Mattino – e non è giusto perché siamo già in graduatoria, ci avevano detto che il reclutamento veniva fatto al 50% e invece hanno tagliato noi dell’area interna per privilegiare chi ha fatto il concorso pubblico”.

Già insegnanti di palazzo san Giacomo, le donne sono in graduatoria fin dal 2015, quando l’amministrazione partenopea preparò quattro graduatorie: due per le maestre del concorso interno che avevano maturato anni di esperienza e due per i vincitori del concorso pubblico.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button