Cronaca

Acque reflue illegali e lavoro “in nero”: sequestro a Miano

NAPOLI. La proprietaria e il gestore di un autolavaggio di Miano sono stati denunciati dai carabinieri di Secondigliano e del gruppo Tutela lavoro di Napoli perché scoperti a impiegare 2 lavoratori in nero e con le autorizzazioni allo scarico delle acque reflue scadute dal 2011. La notizia è riportata da Il Mattino.

La titolare è una 52enne di Secondigliano mentre il gestore è il coniuge 55enne.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button