Cronaca

Bimba napoletana di 7 anni muore tragicamente in Germania: “Colpita da una statua di marmo”

Bambina napoletana morta in Germania: il dramma di Lavinia, si trovava all'interno di un albergo a Monaco di Baviera

Dramma in Germania dove una bambina napoletana di 7 anni è morta nel tardo pomeriggio di venerdì 26 agosto. A darne notizia è Il Roma, che racconta di un incidente domestico nel quale ha perso la vita la piccola Lavinia Trematerra.

Bambina napoletana morta in Germania: il dramma di Lavinia

Figlia degli avvocati Michele Trematerra e Valentina Poggi, la piccola Lavinia si trovava all’interno di un albergo a Monaco di Baviera. Lì sarebbe stata colpita da una statua di marmo. Da Facebook lo straziante messaggio di addio della mamma: “Sei e sarai sempre il nostro angelo rip. Amore della nostra vita”.

La piccola Lavinia, come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, è stata schiacciata dal peso di una statua di circa cento chili, alta più di un metro e ottanta, che non le ha lasciato scampo. La bambina stava giocando con un’amichetta nel giardino dell’hotel bavarese a quattro stelle quando, per cause ancora non chiare, quel blocco di marmo le è finito addosso.

Cosa è successo

Erano da poco passate le 18 di venerdì 26 agosto quando l’avvocato Michele Trematerra, titolare di uno studio legale in piazzetta Duca d’Aosta, tenendo Lavinia per mano, scende nella hall dell’albergo dove di lì a poco li avrebbe raggiunti anche mamma Valentina che invece si era trattenuta in camera. Padre e figlia avevano deciso di avviarsi per prendere un po’ d’aria.

Dovevano concedersi un ultimo giro in città prima di cena, per poi tornare in camera e fare i bagagli per concludere così una bella vacanza trascorsa tra Austria e Germania. Il rientro a Napoli, infatti, era previsto per la giornata di sabato 27 agosto. Alle 18 di venerdì, però, la tragedia. Lavinia, sotto lo sguardo attento del papà, si ferma a giocare con un’altra bambina nel giardino attiguo all’ingresso dell’albergo dove, nel bel mezzo, era stata piazzata una grande statua di marmo.

Pare che la bambina abbia appena sfiorato la statua e in pochi istanti le è finita addosso, schiacciandola sul petto. Attimi drammatici, ma soprattutto attimi: benché il papà fosse davvero a pochi passi non è riuscito comunque a salvarle la vita. Ha assistito impotente alla scena, è corso verso di lei ma non ce l’ha fatta a impedire che la statua travolgesse in pieno la sua piccola Lavinia.

Le ipotesi sulla tragedia

Le autorità tedesche hanno ascoltato i genitori di Lavinia e i gestori della struttura per fare luce sull’accaduto; la statua non sarebbe stata ancorata al suolo, probabilmente nella convinzione che sarebbe bastato il peso a tenerla ferma. I due avvocati sono rimasti in Germania per gli adempimenti del caso.

Articoli correlati

Back to top button