Cronaca

Uomo linciato dalla folla a Scampia, nipoti trovati in condizioni di maltrattamento e denutriti

Uomo picchiato a Scampia, bambini in condizioni di denutrizione e maltrattamenti. Sono stati affidati ai servizi sociali

Emergono novità sui bambini di Scampia i quali sarebbero stati maltrattati dall’uomo picchiato e gettato in un cassonetto dei rifiuti nella giornata di sabato 16 maggio. I tre bambini, di 4, 2 e un anno, sono stati ritrovati in una condizione di maltrattamenti prolungati e di denutrizione come riportato da Fanpage.

Uomo picchiato a Scampia, bambini in condizioni di maltrattamenti e denutrizione

Lo zio dei bambini, 42 anni e fratello del padre, è stato al centro di un vero e proprio linciaggio da parte della folla che lo ha accusato di pedofilia. I tre bambini sarebbero stati trovati in una condizione di maltrattamenti prolungati e sottratta a qualunque conoscenza e intervento dei servizi sociali.

Non ci sono conferme invece in merito ai presunti abusi sessuali, già esclusi dai medici dell’ospedale Santobono i quali hanno rilevato delle ecchimosi sulle quali si sta indagando. Padre e madre hanno rispettivamente 36 e 27 anni.

I bambini affidati agli assistenti sociali

In seguito all’aggressione, la magistratura ha affidato i tre bambini agli assistenti sociali che li stanno curando e nutrendo nel migliore dei modi possibili. Non è da escludere che possano poi essere trasferiti in una struttura protetta. La posizione dei genitori, che non si trovano più a Scampia, è attualmente al vaglio della magistratura.

 

Articoli correlati

Back to top button