Cultura ed Eventi

Bando Young Factory Design, ancora alcuni giorni per partecipare

È giunto ormai alla sua quarta edizione Young Factory Design, il concorso che mette in connessione aziende del territorio campano con i creativi designer o progettisti, creato dal Gruppo Design Tessile Sistema Casa di Confindustria Salerno. La partecipazione è totalmente gratuita, permette di far guadagnare al vincitore 2000 euro di premio.

Ogni azienda presente sul sito del concorso è in grado di lanciare una call, che i creativi scelgono e su cui elaborano un progetto di risposta. Ciascuna “chiamata” richiede un’idea innovativa e si divide in tre grandi macrocategorie:

  • Design per l’abitare: arredamento, esterno e interno, compresi separatori interni.
  • Graphic Design: tutto ciò che concerne la materia, dal visual al merchandising, ripensamento di tutto il packaging.
  • Exhibition Design: spazi pubblici, fiere, spazi espositivi.

Tutte le aziende che aderiscono fanno parte del territorio della Campania e cercano idee innovative per l’immediato presente o per il futuro della loro realtà imprenditoriale. Sono sparse per tutto il territorio della regione:  Hebanon – F.lli Basile, Giovanni De Maio, Cianciullo Marmi, RE AD, Ciesse Home, MptPlex, Marine Leather, Rinaldi Group, MGR Group, Lamberti Design, ICS – Future Village, Incoerenze, Tekla – porte e finestre, Manifatture Tessili Prete.

Scadenza

La scadenza ultima è il 15 gennaio 2021. Nel sito è possibile trovare il bando completo e le linee guida per la presentazione dei progetti. Ci sono inoltre le call aziendali e la presentazione delle imprese stesse.

Design per l’abitare

Fra le iniziative concorsuali più ricorrenti c’è quella che si occupa dell’arredamento degli ambienti, sia in spazi privati che in hotel, ristoranti e i luoghi di fruizione pubblica. Grande importanza viene data a soluzioni di arredo che siano ecosostenibili e che scompongano le linee usuali dei complementi d’arredo: un ambito in cui l’Italia è eccelle sul panorama internazionale, tanto per il gusto che per la qualità del prodotto.

Abbiamo chiesto a Filomena Esposito di www.utileincasa.it perché ci sia una tale richiesta di figure creative nel design per l’abitare: “Arredare è inserire mobili, elettrodomestici e complementi d’arredo in funzione di chi vive lo spazio anche in senso estetico. Il background ideale di chi arreda ogni genere di ambiente dovrebbe essere multidisciplinare, capace di integrare arte, ingegneria, e economia”.

Per di più con i nuovi bonus che sono stati creati per incentivare l’impresa edile in epoca di covid, molte aziende hanno fatturato un gran numero di lavori che ora hanno bisogno di un complemento di design per la costruzione interna dell’abitare.

Il bando Young Factory Design è un’opportunità per molti giovani per poter emergere in un settore che ha un’ampia concorrenza e richiede una grande professionalità e competenze trasversali: le ditte proponenti che fungono da incubatori di progetto trattano una molteplicità di materiali, processi di lavorazione e soddisfano le richieste di una clientela assai eterogenea.

Ma è necessario prestare molta attenzione alle richieste, perché la giuria, composta da figure di riferimento del settore, valuterà oltre alla creatività del progetto e alla rispondenza alla call, anche l’ecosostenibilità in un’ottica di riduzione dell’impatto ambientale.

Non resta che partecipare, resta poco tempo.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto