Cronaca

Bergamo, pizzaiolo napoletano stroncato da un infarto fulminante

Shock a Bergamo dove un pizzaiolo napoletano è morto stroncato da un infarto fulminante. Si tratta del 43enne Antonio Zuppelli. 

Pizzaiolo napoletano stroncato da un infarto

L’episodio è accaduto intorno alle 20 quando il 43enne Antonio Zuppelli ha accusato un malore. L’uomo si trovava a lavoro, nella pizzeria ristorante “Vasinikò”. “Ho un fastidio allo stomaco”, aveva detto capocameriere, chiedendogli di preparargli del latte caldo. Poi si è allontanato pe andare nella stanza sul retro del ristorante e lì è deceduto.

L’uomo è stato ritrovato esanime a terra. Inutile l’intervento dei soccorsi che non hanno otuto fare altro che constatare il decesso.

Antonio era sposato, padre di un ragazzo di 18 anni e di una ragazza di 25, in città abitava con altri colleghi che lavoravano con lui al «Vasinikò» in un appartamento in zona Porta Nuova.

Articoli correlati

Back to top button