Politica

Berlusconi: “Non temo Renzi. Di Maio e M5S mossi da invidia”

NAPOLI. L’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è in attesa della sentenza della Corte di Strasburgo. Domani sarà giudicato il ricorso sulla legge Severino. Intanto il leader di Forza Italia è tornato a parlare della sua nuova “discesa in campo”, descrivendo la situazione politica italiana dal suo punto di vista. Da Renzi a Di Maio, l’ex Cavaliere ne ha per tutti.

 

«L’avversario è il M5S, non il Pd»

 

Come riportato dall’Agi, Silvio Berlusconi ha le idee chiare sui suoi prossimi avversari alle elezioni (Strasburgo permettendo). Secondo l’ex premier «il Pd di Renzi non può essere un argine efficace perché rappresenta la continuità con governi che non sono riusciti a fare uscire l’Italia dalla crisi».

Il «pericolo reale», secondo Berlusconi, è rappresentato dal Movimento 5 Stelle: «Solo io posso convincere gli elettori», ha dichiarato in un’intervista alla radio precisando che Di Maio e gli altri pentastallati sono mossi da «invidia». Così la storia si ripete: come 24 anni fa, con la famosa discesa in campo – in quel caso soprattutto “contro la minaccia dei comunisti” – Berluscono parla di oggi guardando al M5S: «L’ho fatto per lo stesso senso di responsabilità che mi ha portato a scendere in campo nel 1994».

Articoli correlati

Back to top button