CronacaPolitica

Boscoreale, si dimette il sindaco Diplomatico: “Crisi politica non consente di andare avanti”

A Boscoreale si è dimesso il sindaco Diplomatico: le motivazioni della decisione in una lettera al Consiglio Comunale

Il sindaco di Boscoreale Antonio Diplomatico si è dimesso. Il primo cittadino ha rassegnato le dimissioni dalla carica con una nota indirizzata ai Consiglieri comunali nella quale spiega le motivazioni: “La crisi politica in corso all’interno della maggioranza che, fino ad ora, mi ha sostenuto, non mi consente, mio malgrado, di continuare a svolgere la mia funzione con la dovuta serenità”.

Boscoreale, il sindaco Diplomatico si è dimesso

“La situazione gravissima in cui si trova il paese – e l’Italia tutta – sia da un punto di vista sanitario che economico in conseguenza della diffusione dell’epidemia da Covid-19, richiederebbe unità e dialogo tra tutte le forze politiche presenti all’interno del Consiglio Comunale, nell’interesse dei cittadini di Boscoreale, unità e dialogo che, tuttavia, in questo momento mancano.
Sono stato in prima linea – aggiunge il primo cittadino -, come medico e come Sindaco, durante tutta la prima fase della diffusione dell’epidemia, svolgendo le mie funzioni con la dedizione, l’onestà e lo spirito di servizio di sempre e decidere di lasciare la guida della Città in un momento così tragico è stata una scelta molto difficile da prendere”.

Le motivazioni

“È per questo – conclude il sindaco Diplomatico – che mi dichiaro disponibile ad un eventuale ripensamento, laddove le forze politiche dovessero riuscire a trovare una sintesi programmatica sul prossimo futuro, in uno spirito di ritrovata unità”.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto