Cronaca

Boscoreale: piantagione di cannabis in un’area demaniale, 5 arresti

I Carabinieri hanno arrestato 5 persone per i reati di coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e furto aggravato

Avevano creato una piantagione di cannabis in un area demaniale alla periferia di Boscoreale. I Carabinieri della Stazione locale hanno tratto in arresto 5 persone gravemente indiziate dei reati di coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere ed agli arresti domiciliari, emessa dal G.LP. del Tribunale di Torre Annunziata.

Boscoreale: arrestate 5 persone

Secondo quanto emerso dalle indagini, condotte nel luglio del 2020 dai Carabinieri e coordinate da questa Procura della Repubblica, gli indagati si erano illecitamente impossessati di una porzione di terreno ubicata in un’area periferica del comune di Boscoreale, ove avevano impiantato una coltivazione di cannabis.

Gli indagati, a turno, provvedevano alla cura e al monitoraggio della piantagione, che risultava anche presidiata da telecamere di videosorveglianza, alimentate mediante un allaccio abusivo alla rete elettrica.

Le indagini

Nonostante le cautele adottate, i Carabinieri sono riusciti, su delega di questa Procura, ad attuare il monitoraggio dell’area mediante telecamere nascoste e ad identificare progressivamente tutti i componenti del gruppo, individuando i diversi ruoli ricoperti dagli stessi.

Il sequestro

Nel corso delle indagini sono state sequestrate 107 piante di marijuana, sottratte al mercato illecito degli stupefacenti. In esecuzione dell’ordinanza cautelare, due degli indagati sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre gli altri tre sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Napoli Poggioreale.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto