Cronaca

Bracconieri senza freni in costiera: 4 rapaci morti e 2 feriti

SORRENTO. Nel giro di poche settimane i bracconieri hanno causato ingenti danni alla fauna della costiera: 4 rapaci sono stati uccisi e altri 2 feriti, come denunciato da Claudio d’Esposito, presidente del WWF Terre del Tirreno per il quale è necessario un intervento governativo per «garantire un servizio di controllo ambientale e venatorio efficace, a tutela degli animali e a discapito di chi esercita abusivamente la propria concessione speciale di caccia».

 

La denuncia del WWF

 

La notizia è riportata da Il Mattino, secondo cui si contano sei esemplari appartenenti a specie protette: nello specifico, si tratta di gheppi, poiane e sparvieri.

«Un bilancio preoccupante che dà il senso dell’anarchia venatoria e del bracconaggio duro a morire in Costiera – spiega Claudio d’Esposito del WWF –  È impossibile confondere una poiana dall’apertura alare di quasi un metro e mezzo con qualsiasi altra specie. Questi animali vengono abbattuti deliberatamente, il che dovrebbe far riflettere sulla professionalità e la civiltà prossime allo zero di diverse persone che continuano a imbracciare armi da fuoco, incentivate dagli scarsi controlli e dalla certezza dell’impunità».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button