Cronaca

Brusciano, lite in famiglia per il nome del bambino: 22enne denunciato

Accesa lite in famiglia a Brusciano: tutto a causa del nome da dare al bambino. Un 22enne è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Brusciano. Il giovane pretendeva che il piccolo si chiamasse Felice come il nonno, ma la moglie e la madre di lei non erano d’accordo.

Brusciano, lite in famiglia per il nome del bambino: dà fuoco al furgone della suocera

Pur essendo molto giovane, il 22enne è fortemente tradizionalista. È arrivato al punto di minacciare moglie e suocera per convincerle ad accettare il nome del nonno paterno per il figlio nato da pochi giorni, ovvero Felice.

“Accetta il nome di mio padre o ti incendio il furgone” è stata la minaccia rivolta alle due donne. Dalle minacce ai fatti: poche ore dopo il veicolo della donna è stato avvolto dalle fiamme. Il rogo ha coinvolto anche l’auto di una casalinga totalmente estranea alla famiglia, sfortunatamente parcheggiata a pochi passi.

La denuncia

Immediate le indagini avviate dai carabinieri della stazione di Brusciano. Dopo aver svelato e documentato il retroscena, sono risaliti facilmente al responsabile, denunciato per danneggiamento seguito da incendio.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali. È responsabile della redazione centrale del network giornalistico L'Occhio.

Articoli correlati

Back to top button