Cronaca

Cadavere bruciato nel parcheggio de Le Porte di Napoli: Andra Baldi si è suicidato

Andrea Baldi si sarebbe tolto la vita dandosi fuoco, da tempo era depresso

Cadavere bruciato nel parcheggio de Le Porte di Napoli: è suicidio. L’imprenditore 49enne trovato ieri, carbonizzato, all’interno della sua auto, si sarebbe tolto la vita dandosi fuoco. La dinamica è stata ricostruita attraverso le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona.

Cadavere bruciato nel parcheggio de Le Porte di Napoli: è suicidio

Emergono nuovi particolari sulla morte di Andrea Baldi, l’imprenditore 49enne il cui cadavere è stato ritrovato, ieri mattina, all’interno della sua auto, ferma nel parcheggio del centro commerciale Le Porte di Napoli.

Le immagini della videosorveglianza

Dopo la visione della immagini riprese dalle telecamere di videorosveglianza della zona, è stata ricostruita la dinamica dei fatti. Un’operazione che ha portato ad una conclusione incredibile: Andrea Baldi si è suicidato.

La dinamica

Le immagini mostrano l’uomo, poco dopo le 6 di ieri mattina, al bar che si trova all’interno del distributore di carburanti  a ridosso del centro commerciale. Baldi ha bevuto un caffè e poi ha riempito una bottiglia con della benzina. Poi è salito in auto e si è diretto verso il parcheggio del centro commerciale, dove si è cosparso di benzina e si è dato fuoco.

Depressione

Secondo quanti lo conoscevano, ultimamente l’uomo soffriva di un grave problema di salute alla schiena, talmente grave da costringerlo ad usare le stampelle. Questo avrebbe generato un forte stato depressivo, che lop avrebbe condotto piano piano a decidere di porre fine alla sua vita

La vittima

Andrea Baldi era un imprenditore, aveva aperto da poco un negozio di ottica a Cellole, in via Napoli, nei pressi di Piazza Aldo Moro, ed era il proprietario di diversi negozi a Frattamaggiore.

Articoli correlati

Back to top button