Cronaca

Caivano, denuncia la scomparsa di due bambini e subisce minacce: il parroco lascia Pescarola

A Caivano accade che don Salvatore Verde lascia Pescarola: il parroco ha rassegnato le dimissioni dopo diverse minacce scaturite da alcune sue denunce.

Il parroco lascia Pescarola di Caivano: troppe minacce per fare del bene

Don Salvatore Verde, parroco della parrocchia di San Giorgio Martire a Pescarola, frazione di Caivano, ha dovuto lasciare il suo incarico e chiedere il trasferimento. La sua storia è molto particolare: è stato vittima di diverse minacce, ogni volta che ha denunciato qualcosa che non andava in comunità.

Il primo importante episodio è stato quando il sacerdote aveva denunciato la scomparsa di due bambini albanesi da una casa famiglia. Dopo aver parlato con i carabinieri, qualcuno introdusse nella chiesa un’auto rubata e le diede fuoco. La scena che trovò al suo ritorno dalla caserma fu a dir poco raccapricciante.

Un altro episodio contestato risale a quest’anno. Don Salvatore aveva denunciato un uomo per maltrattamenti ai danni del figlio di quattro mesi. Puntualmente arrivò un altro raid: qualcuno entrò nella chiesa e rubò le cassaforti che contenevano circa 3mila euro, provento delle donazioni dei fedeli.

Infine, mentre stava tornando a casa con la sua auto, due uomini gli chiesero di accostare. Dopo averlo pedinato e convinto a scendere, i due esplosero alcuni colpi di pistola e scapparono via. Alla fine, il parroco non ha retto lo stress fisico e mentale e alla fine ha deciso di rassegnare le dimissioni dopo soli tre anni dal suo arrivo presso la comunità di Pescarola.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto