Cronaca

Cameriere straniero picchiato in una pizzeria: la denuncia su TripAdvisor

Un cameriere straniero è stato picchiato perchè non capisce l’italiano. Il racconto choc è stato denunciato da un utente sul sito TripAdvisor in una recensione su una pizzeria napoletana situata in via Tribunali.

Cameriere straniero picchiato in una pizzeria

Carlo Rossetti, questo il nome del recensore, ha sintetizzato la sua esperienza nella pizzeria visitata ieri con il titolo «Uno schifo» e ha motivato così il suo giudizio negativo: «Pizza buona, ma un po’ pesante. Il problema non era la pizza, il problema è il proprietario – si legge nel commento pubblicato sul sito di recensioni più famoso del mondo –. Ha preso a schiaffi il cameriere perché non parlava bene italiano.

Nella sala inferiore si sentivano urla, appena è salito il cameriere, abbiamo visto dei segni di uno schiaffo in faccia e abbiamo parlato con il proprietario, giustificandosi dicendo che non capiva ciò che doveva portare. Se ne sono andati tutti tranne noi che già stavamo mangiando. Addirittura una ragazza è uscita facendo quasi a botte con lei. So che i napoletani non sono così, ma questo è un animale!».

Le indagini

Al di là del giudizio sulla qualità del servizio, il proprietario della pizzeria rischia guai molto grossi. Per questo motivo, il Consigliere Regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e lo speaker radiofonico, Gianni Simioli, hanno voluto fare chiarezza sulla vicenda, invitando il proprietario della pizzeria a chiamare Radio Marte, durante il programma “La Radiezza”. Ma qualcosa non è andata per il verso giusto. All’ appuntamento radiofonico si è presentata una ragazza, la persona che aveva scritto quella recensione, probabilmente con l’account di un familiare.

Nel corso del programma è intervenuto anche il proprietario del locale: «Ieri io non ero a lavoro, ma so che due miei dipendenti hanno litigato, scontro frutto di uno screzio verbale avvenuto tra loro già qualche ora prima – ha affermato l’imprenditore –. Si tratta di due persone che erano in prova, uno come cameriere e l’altro doveva gestire il locale quando non c’ero, ma ho già provveduto a mandare via entrambi. Nella mia pizzeria non voglio che succedano queste cose»

Articoli correlati

Back to top button