Cronaca

Fuorigrotta, il boss col Reddito di Cittadinanza picchia un commerciante davanti all’asilo della figlia

Camorra, a Fuorigrotta il boss col Reddito di Cittadinanza. Commerciante nel mirino del racket, picchiato davanti all'asilo della figlia

Proseguono le indagini sulla camorra di Fuorigrotta. In particolar modo su un soggetto noto alla cronaca nera napoletana: il boss di Fuorigrotta è in possesso della tessera del Reddito di Cittadinanza. La usa – come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino – per taglieggiare i commercianti. Ovvero, ottiene lavori e forniture di svariate migliaia di euro, poi versa una cinquantina di euro al massimo.

Camorra, a Fuorigrotta il boss col Reddito di Cittadinanza

Sono almeno tre le persone indagate in seguito alla denuncia di un commerciante, oggi sotto tutela della polizia dopo stato aggredito in due occasioni a distanza di pochi giorni. Il motivo? Aver rifiutato l’ennesima richiesta di fornitura gratis. Ha rifiutato di consegnare un computer dopo aver fatto lavori gratis in casa del malvivente. Non ha risposto al telefono e ha avuto la peggio.

L’aggressione davanti all’asilo

Pochi giorni fa, il commerciante è stato aggredito all’esterno dell’asilo frequentato dalla figlia. Erano le 8.30 circa, si trovava in compagnia della moglie quando è stato colpito con due pugni al volto. Il tutto sotto gli occhi della coniuge e di decine di bambini. Pochi giorni dopo, stesso copione. Questa volta in tre se la prendono con la vetrina del negozio, danneggiandola, poi entra uno presentatosi come il boss. “Portami i soldi fino a casa… allora non lo hai capito? A Fuorigrotta comando io, ti sparo in testa, hai voglia di rimanere tappato in casa, ti faccio chiudere il negozio” avrebbe detto.

Articoli correlati

Back to top button