Cronaca

Nuova condanna per il narcos Imperiale: confiscata un’isola al boss dei Van Ghogh

Raffaele Imperiale, noto come il “boss dei Van Gogh”, è stato condannato a 15 anni e 8 mesi di reclusione e alla confisca di un’isola al largo di Dubai. La sentenza, emessa oggi dal gup di Napoli Maria Luisa Miranda, riguarda Imperiale e altri 19 suoi collaboratori, ed è giunta al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato.

Camorra, nuova condanna per Raffaele Imperiale: confiscata isola a Dubai

La Procura di Napoli, rappresentata dal pm De Marco, aveva chiesto 15 anni e 10 mesi per Imperiale, mentre il socio Bruno Carbone è stato condannato a 14 anni di reclusione. Imperiale, divenuto collaboratore di giustizia, fece ritrovare nel 2016 due inestimabili quadri di Van Gogh in una villa a Castellammare di Stabia. Le opere, rubate nel 2002 dal museo Van Gogh di Amsterdam, erano nascoste in una cavità della cucina.

Il nome di Imperiale è tornato alla ribalta il 27 novembre 2023, quando durante il procedimento giudiziario ha ceduto alle autorità italiane un’isola di sua proprietà situata in un arcipelago artificiale di fronte a Dubai. L’isola, chiamata “Taiwan”, risultava intestata a una società ma era di proprietà di Imperiale, come rivelato dal pm De Marco al giudice Miranda.

Imperiale, arrestato il 4 agosto 2021 a Dubai dopo una lunga latitanza, era stato precedentemente condannato a 8 anni e 4 mesi di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti, pena successivamente aumentata a 9 anni e 6 mesi per riconoscimento dell’associazione mafiosa.

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio