Cronaca

Camorra in tv, la Svizzera accende i riflettori sulla criminalità organizzata a Napoli

TORRE ANNUNZIATA. Non solo Gomorra. A pochi giorni dall’anteprima della nuova serie ideata da Roberto Saviano, la camorra è sempre sugli schermi. Non solo italiani. Questa volta la criminalità organizzata è analizzata e descritta da una tv svizzera. Il servizio pubblico svizzero, SFR 1 manderanno in onda in prima serata sulle frequenze estere un reportage sulla camorra a Torre Annunziata.

 

La collaborazione con gli svizzeri

 

Il lavoro della tv svizzera sulla camorra si avvale anche della preziosa collaborazione di due giornalisti di Torre Annunzia. Si tratta di Salvatore Sparavigna ed Enrico Maria Russo.

 

 

Russo: «Per noi 30enni qui non c’è futuro»

 

Il reportage realizzato dalla tv svizzera non parla soltanto di camorra. Al centro dell’inchiesta c’è anche la disperata situazione lavorativa che riguarda molti giovani, non solo a Torre Annunziata. La disoccupazione giovanile è una delle piaghe dell’epoca che stiamo vivendo, come lo stesso Russo ha spiegato alla troupe della televisione transalpina: «Una laurea in Lettere alla Federico II di Napoli, e una seconda con specializzazione in Filologia, che arriverà a breve, qui in città per noi trentenni non c’è spazio nè futuro».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button