CronacaCuriosità

Capi d’abbigliamento “firmati”: scoperta l’industria del falso

Capi d’abbigliamento “firmati”: scoperta l’industria del falso. 4 sono le province in cui i capi sono stati contraffatti per poter essere venduti.

Capi d’abbigliamento “firmati”: scoperta l’industria del falso

La Guardia di Finanza ha eseguito 14 ordinanze cautelari nei confronti di altrettanti soggetti accusati di far parte di un’associazione a delinquere finalizzata alla distribuzione e alla commercializzazione di capi d’abbigliamento contraffatti tra le province di Roma, Napoli, Pescara e Brescia. L’organizzazione, secondo quando accertato dalle indagini, produceva tutte le parti del prodotto contraffatto (etichette, bottoni, lampo, fibbie e pendagli), che venivano poi applicate sui capi di abbigliamento, a quel punto pronti per finire sul mercato parallelo.


guardia-di-finanza-sequestri-marchi-falsi


Il sequestro

I finanzieri hanno sequestrato circa 1,5 milioni di capi, che venivano contraffatti con macchinari professionali e che avrebbero fruttato circa 3 milioni all’organizzazione, 5 macchinari e 25 cliché in ferro con i falsi marchi delle griffe più famose.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button