CronacaCuriosità

Cardito, la mamma di Giuseppe: «Non sono stata in grado di salvarlo»

CARDITO. La mamma di Giuseppe: «Non sono stata in grado di salvarlo». “Notavo qualcosa di diverso”, esordisce così dopo giorni la madre del piccolo ucciso.

Cardito, la mamma di Giuseppe: «Non sono stata in grado di salvarlo»

«Tony era cambiato. Impercettibilmente, ma lo avevo avvertito. Ero presa da sensazioni che mi angosciavano, ma senza un motivo preciso». Dopo giorni di silenzio, Valentina Casa, la mamma di Giuseppe e Noemi, ha raccontato di quell’incubo durato tra sabato sera e domenica mattina a Cardito, un lasso di tempo enorme, tanto è durata la punizione e la straziante agonia del piccolo Giuseppe, scambiata per un lieve malore, o addirittura un capriccio del piccolo dopo quel bestiale pestaggio.


bimbo morto Napoli


Feriti e solidarietà

Giuseppe è stato ucciso a bastonate. Noemi è rimasta ferita per fortuna in modo non grave, ad opera di Tony Essobti Badre, il nuovo convivente di Valentina, forse perché ritornata nei suoi luoghi, a Massa Lubrense dove pur non uscendo dalla casa di una zia, ha avvertito quella solidarietà della sua gente, che le è stata negata a Cardito, dove è morto il bimbo, e dove ancora la ritengono una sorta di Medea.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button