Politica

Carlo Calendare: “Se il Pd si allea con il M5S, lascio già il partito”

NAPOLI. “Se il PD si allea con il M5S il mio sarà il tesseramento più breve della storia dei partiti politici”. Mette subito le cose in chiaro Carlo Calenda, il ministro dello Sviluppo economico che ieri aveva annunciato la sua iscrizione al Partito Democratico.

Governo, l’ipotesi Pd-M5S

L’ipotesi di un improbabile governo formato da Movimento cinque stelle e Partito Democratico stava prendendo piede nei giorni scorsi, ma gli stessi commentatori e analisti politici non l’hanno mai paventata in maniera molto convinta.

Intanto, dal punto di vista interno al partito, qualcuno ha visto l’iscrizione di Carlo Calenda come un chiaro segno in risposta alle probabili dimissioni di Matteo Renzi (ancora da ufficializzare) dal ruolo di segretario del Pd.

Lo stesso Calenda, però, sempre tramite social – il suo mezzo di comunicazione preferito – ha precisato: “Grazie Lorenzo ma non conosco il partito, le persone che ci lavorano, la rete territoriale etc.. Candidarsi a qualcosa sarebbe davvero poco serio. E poi non voglio essere in nessun caso un ulteriore elemento di divisione o personalizzazione. Lavoriamo tutti insieme“, ha risposto Calenda ad un utente di Twitter che gli aveva scritto di sperare molto nella sua candidatura.

 

Elezioni politiche 2018, gli eletti in Campania partito per partito

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button