Politica

“Casa del Fascio cambia nome”, polemica ad Acerra

ACERRA. La Casa del Fascio di Acerra cambia nome, ma la destra locale non ci sta. Ad annunciare il provvedimento, dopo l’acquisizione totale dell’edificio da parte del consiglio comunale, è stato il sindaco Raffaele Lettieri.

Come riportato dal quotidiano Il Mattino, nei giorni scorsi in consiglio comunale la maggioranza ha votato per l’acquisizione al patrimonio comunale dell’edificio un tempo sede del partito nazionale fascista, edificio che attualmente versa in pietose condizioni.

Anche il presidente del consiglio comunale Andrea Piatto ha sottolineato l’intenzione dell’amministrazione comunale di cambiare nome all’edificio, che in parte era già del comune di Acerra e che ora lo è per intero. Non ci sta la destra locale: Raffaele Barbato, ex candidato sindaco ed esponente di Fratelli d’Italia, promette barricate contro il provvedimento.

Sul versante, invece, dell’acquisizione dell’immobile, i consiglieri di opposizione Carmela Auriemma (M5S) e Paola Montesarchio (Ora si cambia) hanno chiesto la sospensione del provvedimento di acquisizione dell’edificio “perché l’operazione è poco chiara. Nella delibera il sindaco e la giunta in modo inquietante non indicano quale sarà la destinazione della Casa del Fascio né precisano gli impegni di spesa”.

La Casa del Fascio, scrive Il Mattino, durante la strage nazista di Acerra (88 civili uccisi il 2 ottobre 1943) servì alle truppe tedesche come base logistica. Nel dopoguerra quella di Acerra divenne prima sede del municipio e poi pretura. Fino ad alcuni anni fa ha ospitato la sede distaccata del liceo scientifico. Ora di tanto in tanto è preda dei senzatetto.

Un segno dei tempi che sta infierendo anche a sinistra. A pochi passi dalla Casa del Fascio c’è la Casa del Popolo. Inaugurata nel 1980 da Enrico Berlinguer nella sua versione rinnovata alla fine. È stata sequestrata dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Nola. Ad agosto un ragazzino di 14 anni e il suo orco si sono introdotti furtivamente all’interno. Il ragazzino è stato stuprato. Le indagini proseguono: Casa del Popolo off limits da mesi.

Articoli correlati

Back to top button