Cronaca

Casandrino, gestivano due piazze di spaccio: 7 arresti

Gestivano due piazze di spaccio a Casandrino: finiscono in manette 7 persone responsabili di traffico di sostanze stupefacenti

Gestivano due piazze di spaccio a Casandrino: finiscono in manette 7 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, furto ed estorsione.

Spaccio a Casandrino, 7 arresti

Questa mattina, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, i Carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare, emessa dal GIP presso il Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di 7 persone (di cui 2 in carcere, 4 agli arresti domiciliari e 1 dell’obbligo di presentazione alla P.G.), di età compresa tra i 21 e 32 anni, residenti in Casandrino, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, furto ed estorsione.

Le indagini

Le indagini, condotte dai carabinieri della Stazione di Grumo Nevano tra settembre e dicembre 2019 attraverso l’installazione di telecamere nascoste ed intercettazioni telefoniche, hanno consentito – anche grazie a numerosi servizi di osservazione e pedinamento – di verificare una regolare e costante attività di spaccio operata dagli odierni indagati. In particolare, sono stati individuati e documentati numerosi episodi di cessione di sostanza stupefacente (hashish e cocaina) in due piazze di spaccio nel comune di Casandrino.

L’attività investigativa ha permesso di raccogliere, altresì, plurimi elementi indiziari, confermati dal GIP che ha emesso il provvedimento, in relazione alle condotte poste in essere dagli indagati per i reati loro ascritti. In particolare:

  •  in un’occasione , rivolgevano gravi minacce nei confronti di un acquirente che non era riuscito a saldare il prezzo per l’acquisto della sostanza stupefacente
  • perpetravano, presso un’agenzia di scommesse nel comune di Casandrino, un furto aggravato dell’ammontare di euro 7.600.

Articoli correlati

Back to top button