Cronaca

Casoria, incendio alla fabbrica d’alluminio: si segue la pista del racket

CASORIA. L’ombra della lunga mano del racket dietro l’incendio dello stabilimento di Casoria avvenuto questa mattina. Per ora è soltanto un’ipotesi ma tanti, forse troppi, i punti di analogia con vicende simili, e del resto nella stessa zona dove è scoppiato l’incendio vi erano stati episodi intimidatori proprio nell’ultimo periodo.

L’ombra del racket dietro l’incendio della fabbrica d’alluminio

Non si esclude l’ipotesi di un possibile coinvolgimento del racket riguardo l’incendio di questa mattina della fabbrica d’alluminio a Casoria. Per ora, si tratta solo di ipotesi ma molti sono gli indizi che inducono al sospetto.

A seguire,  la nota pubblicata dal Gruppo Cerbone immediatamente dopo l’incendio che ha colpito la propria fabbrica: “La Cerbone Alluminio spa comunica che l’incendio che ha colpito la sede di Casoria (NA) non interrompe le attività aziendali. Si precisa che la Cerbone svolge esclusivamente attività distributiva di profili in alluminio ed accessori per la costruzione di finestre. Inoltre si puntualizza che mai nessuno stabilimento della suddetta ha subito incendi prima d’ora“.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button