Cronaca

Casoria, parroco blocca il passaggio dell’ambulanza: “Ci ostacola”

Il mezzo di soccorso usufruiva del passaggio su un vialetto accanto alla chiesa

A Casoria, il parroco ha bloccato il passaggio dell’ambulanza. Il mezzo di soccorso passava in un cortile attiguo alla parrocchia. L’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate” denuncia il fatto. Il mezzo di soccorso ha sempre usufruito del passaggio su un vialetto accanto alla chiesa che sbuca a via Don Luigi Sturzo.

Casoria, parroco blocca il passaggio dell’ambulanza. La denuncia

L’attuale parroco ora reputa tale condizione non più accettabile. “Al mio arrivo constatavo che in un cortile attiguo alla parrocchia transitava un’ambulanza del 118 che partiva da un locale interno all’ASL Napoli 2 di Casoria. Oltre al passaggio dell’ambulanza, venivano parcheggiate sistematicamente alcune auto del personale di servizio presso l’Asl di Casoria e lo stesso personale era munito di chiavi e telecomando per l’accesso pedonale del cortile in questione”, come spiega in una sua lettera.

Essendo amministratore protempore della struttura mi sinceravo dell’onestà documentaria di questa situazione e ne constatavo la piena irregolarità”, si legge nella missiva.

Il permesso concesso dalla chiesa

Tantissimi anni fa Asl e la chiesa fecero un accordo permettendo all’ambulanza di usufruire del vialetto. Anche il campo estivo la chiesa lo ha sempre fatto senza mai ostacolare il passaggio dell’ambulanza. Nel 2017 si è insediato questo nuovo parroco e dopo un paio di anni ha deciso di cambiare le carte in tavola”, spiega un operatore 118, della postazione oggetto della diatriba, che si è rivolto al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Il blocco del parroco

Secondo la denuncia degli operatori del 118, il parroco avrebbe staccato la corrente al cancello e disinstallato l’attivazione manuale con apposito lucchetto vicino al motore. In una occasione, spiegano, hanno dovuto chiedere l’intervento dei Carabinieri perché il passaggio era stato nuovamente ostruito.

Ora è stato avviato un contenzioso da parte dell’Asl ed il comune sta cercando altri locali ma intanto il prete minaccia che il 20 luglio chiuderà i cancelli cambiando chiavi e telecomandi anche con l’ambulanza dentro”, aggiungono.

L’intervento di Borrelli

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere Borrelli che fa sapere di aver inviato una nota alla direzione dell’Asl e alla chiesa “chiedendo di poter trovare degli accordi in maniera civile che non vadano ad intaccare le attività dei ragazzi e del campo estivo e che consentano il regolare svolgimento delle attività di servizio dell’ambulanza. Il tutto deve avvenire nel pieno rispetto delle regole e del buon senso”.

L’intervento del Comune

L’assessore di Casoria Marco Colurcio ha comunicato che gli uffici del Patrimonio hanno già scritto all’Asl per accordi di trasferimento. Il Comune è disponibile a concedere all’Asl per la locazione delle ambulanze uno spazio che attualmente potrebbe essere strategico per il prosieguo del servizio e si attende la risposta dalla Asl per perfezionare la delibera di affidamento.

Il video

Articoli correlati

Back to top button