Cronaca

Castellammare, sindaco riempito di insulti per aver tenuto le scuole aperte: “Voglio denunciare gli autori”

Castellammare, sindaco non chiude le scuole e partono gli insulti social. Reazioni degli studenti scomposte e oltraggiose

Insulti social al sindaco di Castellammare di Stabia, reo di non aver chiuso le scuole. Gaetano Cimmino è stato preso di mira dagli studenti che volevano le ”scuole chiuse” nella giornata annunciata con una previsione meteo da ”allerta arancione”.

Niente scuole chiuse a Castellammare, sindaco risponde a insulti social

Il sindaco ha annunciato che, pur avendo sempre sopportato in passato ogni ironia e satira sui social, questa volta non lascerà che le offese passino sotto silenzio, facendo valere il rispetto che ogni buon cittadino deve alle istituzioni democratiche dello Stato.

Ieri, in controtendenza con le decisioni assunti dai sindaci del circondario, da San Giorgio a Cremano a Torre Annunziata, così come di altri comuni a Nord di Napoli, dell’area Vesuviana e della Penisola sorrentina, Cimmino ha deciso di non decretare la chiusura delle scuole, spiegando di avere assunto tutte le necessarie precauzioni per la sicurezza degli studenti e di avere mezzi necessari a intervenire in caso di eventualità derivanti dalle condizioni avverse del meteo.

Le reazioni

Le reazioni di alcuni studenti che frequentano gli istituti scolastici di Castellammare di Stabia sono state scomposte e oltraggiose. Cimmino ha annunciato di avere dato mandato all’ufficio legale del Comune per identificare e denunciare chi lo ha insultato.

Articoli correlati

Back to top button