tv e spettacoli

C’è Posta Per Te: la storia di Raffaella e Sara

Le due sorelle vogliono rivedere il padre

C’è Posta Per Te, la storia di Raffaella e Sara di Napoli: le due sorelle chiamano il programma di Maria De Filippi per il padre, dopo 3 anni in cui non lo vedono e non lo sentono.

C’è Posta Per Te, la storia di Raffaella e Sara

Raffaella e Sara sono due sorelle di Napoli che vorrebbero recuperare il rapporto con il padre dopo quasi vent’anni di silenzio. Tommaso si è trasferito a Modena con la compagna Michela. Le due sorelle hanno dato la colpa di tutto a lei. Quando il padre se ne va di casa, una figlia ha due anni e l’altra ne ha sei e vengono cresciute dai nonni materni. Con la nuova compagna, Tommaso ha anche un bambino. Michela, che è più giovane del padre delle ragazze, ha detto loro che lui non avrebbe più voluto avere nessun rapporto. La conferma arriva proprio dall’uomo che con un messaggio vocale dice alle figlie di non cercarlo più, intimandole di chiamare la polizia qualora lo avessero cercato. In tanti anni non hanno mai ricevuto una telefonata da lui, ma nel 2018 muore la nonna materna delle due ragazze e Tommaso chiama la madre per farle le condoglianze.

Le due sorelle vogliono riallacciare il rapporto con il padre

Dopo la morte della nonna, lui compra un cellulare per sentire le figlie di nascosto, nascondendolo nel cruscotto dell’auto. Raffaella e Sara sono contente di aver riallacciato il rapporto con il padre, ma quest’entusiasmo dura poco più di due mesi. Michela, aveva infatti cominciato a dare segni di nervosismo. Le sorelle, quindi, prendono parola: “Sono passati tre anni in cui abbiamo perso ogni tipo di rapporto. Sono vent’anni che sei mancato nella nostra vita e quindi hai perso tutto di noi, non ci sei stato nel nostro percorso scolastico, quando siamo state male, quando ho avuto attacchi di panico e le uniche persone su cui ho potuto contare sono state mia madre e il mio fidanzato, ora mio marito. Non sono qui per chiedere scusa, perché ho la coscienza pulita, non ho fatto nulla di sbagliato, mi chiedo come è possibile che tu non voglia avere alcun rapporto con noi. Tu, Michela, sei madre e io non capisco perché non vuoi che tra noi ci sia un rapporto, visto che non abbiamo fatto nulla.

Il padre, allora, dichiara che le due ragazze non hanno detto la verità: “Da quando ho lasciato loro con la madre e lo sanno io le ho sempre cercate, per 17 anni ero io che cercavo loro e non me. Io ho sempre mandato il mantenimento, in tutti questi anni e mi hanno anche chiesto soldi. Loro hanno contattato mio fratello per dirmi che volevano un rapporto con me e io le ho richiamate dopo un’ora. Quando ci siamo incontrati io piangevo, loro erano fredde.” Tommaso decide di chiudere la busta e di non rivedere le figlie.

Articoli correlati

Back to top button