Curiosità

Centro direzionale, da sogno a degrado: Melissa però lo difende

Centro direzionale, da sogno a degrado: Melissa però lo difende. Guai a parlarne male, perché «non è come pensate, si vive ancora bene qui».

Centro direzionale, da sogno a degrado: Melissa però lo difende

Se non avete visto nascere il Centro Direzionale non riuscirete mai a entrare in sintonia con Melissa Scognamiglio: la donna guarda le aiuole e ricorda le piante rare e preziose che venivano gestite con passione da squadre di giardinieri; si volta verso la fontana asciutta e vede ancora i giochi d’acqua che erano veri e propri spettacoli «venivano qui a vederli da tutta Napoli»; abbassa lo sguardo sulle mattonelle dissestate, spaccate, volate via e pensa all’epoca in cui ogni minimo dissesto veniva riparato nel giro di un’ora.


centro direzionale


Il messaggio parla chiaro

Eppure quando Melissa sente l’interlocutore che parla male del Centro Direzionale avvolto dal degrado, si volta con rabbia: «No, questo non è vero. Qui si vive ancora bene, meglio che in altre zone della città, anche quelle che voi considerate i quartieri buoni. Insomma, non va denigrato questo posto, intesi?». Il messaggio è chiaro, la realtà però parla d’altro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button