Cronaca

Cimitero acattolico di Capri, la denuncia: “Cappella usata come spogliatoio”

CAPRI. Esposto dell’Associazione Nazionale Liberi Consumatori sui lavori in corso all’interno dello storico cimitero acattolico di Capri. Lavori entrati nel mirino dei controlli dei carabinieri che, dopo la denuncia, sono accorsi al cimitero effettuando un sopralluogo e avviando indagini. La denuncia porta la firma dell’avvocato caprese Gaetano Simeoli, presidente dell’Associazione Nazionale Liberi Consumatori.

La denuncia sul cimitero acattolico di Capri

Nella nota, riportata da Il Mattino e inviata al sindaco di Capri e al responsabile anticorruzione, viene chiesta la verifica sui lavori pubblici edilizi che si stanno effettuando all’interno del cimitero acattolico. In particolare l’autore della denuncia chiede di sapere chi ha autorizzato l’utilizzo della cappella del cimitero, adibita anche a sala mortuaria, come deposito di materiale di risulta e spogliatoio del personale del cantiere. Nell’esposto Simeoli chiede anche perché sia stato consentito l’impiego dei carrellini elettrici all’interno dei viali cimiteriali che vengono danneggiati dal loro passaggio. L’esposto si conclude con un interrogativo inquietante su dove e come venga smaltito il materiale di sfratto e di risulta che dovrebbe essere, secondo l’associazione, portato a discarica come rifiuti speciali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button