Cronaca

Clochard ucciso, ipotesi shock: “La vittima era in ginocchio, il killer ha sparato a freddo”

Si sarebbe trattata di un'esecuzione a freddo

Clochard ucciso a Bagnoli nella notte dello scorso mese di luglio: secondo l’odierna edizione del Mattino, si sarebbe trattata di un’esecuzione a freddo. Spunta un’ipotesi shock: “La vittima era in ginocchio, il killer ha sparato a freddo”.

Clochard ucciso a Bagnoli: “Il killer ha sparato a freddo”

Si sarebbe trattata di un’esecuzione a freddo. Il killer avrebbe fatto ingresso all’interno del basso sapendo che la porta era sempre aperta, poiché priva di lucchetto: si sarebbe avvicinato all’uomo sdraiato su un materasso e ha aperto il fuoco. Non è chiaro se la vittima ha avuto il tempo di dire qualcosa.

Il killer ha sparato all’altezza dello zigomo, usando una calibro nove a distanza ravvicinata. Il proiettile ha trapassato il volto della vittima, rimanendo incastrato all’altezza dell’orecchio. Questi gli esiti della Scientifica sul delitto di i Davide Fogler, il 56enne ucciso alla fine dello scorso mese di luglio in una circostanza ancora avvolta nel mistero.

Articoli correlati

Back to top button