Cronaca

Clochard sempre più soli e Vasto diventa un dormitorio a cielo aperto

NAPOLI. La denuncia arriva direttamente dai cittadini membri del comitato Vasto. Tra coperte e cartoni, la zona è diventata una sorta di dormitorio a cielo aperto per i clochard che non hanno un luogo dove dormire. Dopo la denuncia clamorosa de Le Iene sul giro di prostituzione vicino piazza Garibaldi, in un’altra zona che sorge nei pressi della stazione centrale si registra un’ulteriore vicenda che non piace ai residenti.

Cadono nel vuoto, per ora, l’appello e le parole del consigliere Francesco Emilio Borrelli che nei giorni scorsi aveva invitato Metronapoli a lasciare aperte le stazioni durante la notte per offrire un riparo ai clochard di molte zone di Napoli. Tuttavia, la situazione del quartiere Vasto va al di là di questa tematica in quanto le vie di questa parte della città sono spesso occupate da cartoni e teli durante tutta la giornata.

Articoli correlati

Back to top button