Cronaca

Coinvolto nella sparizione dei napoletani in Messico, in libertà

Uno degli arrestati lo scorso 30 luglio in Messico, Jose Gualupe Rodriguez Castillo alias el Quince o don Lupe, ritenuto legato al crimine locale e coinvolto nella sparizione dei tre napoletani è libero: a riferirlo è Claudio Falleti, avvocato delle famiglie di Raffaele e Antonio Russo e di Vincenzo Cimmino, che ha appreso la notizia, tenuta nascosta, direttamente dal Messico

Sparizione dei 3 napoletani in Messico: libero El Quince

«È assurdo e inaccettabile – sottolinea il legale – che gli inquirenti abbiamo, al momento dell’arresto del Quince, addirittura indetto una conferenza stampa, per dichiarare pubblicamente il suo coinvolgimento nella sparizione di Raffaele, Antonio e Vincenzo, e che aveva a libro pagà i poliziotti di Tecalitan. Poi, non conferma le accuse e lo libera, già lo scorso ottobre, senza rendere noto l’accaduto. Il nome del Quince era già noto agli atti da febbraio. E le auto ritrovate? E le prove importanti raccolte?».

L’8 marzo il Messico dovrà riferire sulla vicenda all’Onu: «Chiedo, con tono perentorio, – conclude Falleti – che la politica italiana svolga il proprio ruolo a difesa dei propri cittadini e che lavori alla ricerca della verità. Noi continueremo a tenere viva la vicenda, con contatti direttamente in Messico, perchè è un dovere far sapere alle famiglie che fine hanno fatto i loro congiunti»

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button